I petti di pollo al forno con senape al miele non solo sono molto facili da preparare, anche per chi non è abituato a destreggiarsi tra i fornelli, ma sono anche un secondo piatto di carne veloce, pertanto adatto anche a chi non ha molto tempo a disposizione da passare in cucina.

Possono essere preparati in forno o, per chi lo desidera, cotti sulla griglia: in questo caso la senape al miele, oltre ad essere messa nel piatto, potrà essere anche spennellata con l’aiuto di un pennello sui petti di pollo mentre cuociono lentamente sulla brace.

Il risultato sarà ugualmente delizioso e, i più golosi, potranno anche accompagnarli con insalata verde o insalata di pomodori.

Ingredienti per 4 persone

-4 petti di pollo

-2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

-2 cucchiai di miele (noi consigliamo il miele Millefiori, che oltre ad essere più delicato, si presta molto bene per la preparazione di secondi di carne)

-2 cucchiai di senape di Digione

-2 cucchiai di senape in grani

-2 cucchiai di senape gialla

-2 cucchiai di aceto di mele o di sidro

-2 cucchiai di paprika

Procedimento

1.Lava bene sotto l’acqua corrente i petti di pollo, poi asciugali con un panno pulito e disponibili all’interno di una pirofila già irrorata con olio extravergine d’oliva.

2.In una terrina a parte mescola l’olio extravergine d’oliva, il miele, la senape di Digione, la senape in grani, la senape gialla, l’aceto e la paprika.

Se preferisci un gusto più delicato e meno persistente, puoi aggiungere un cucchiaio in più di miele o, in alternativa, un cucchiaio di panna da cucina per smorzare l’acidità delle tre tipologie di senape e ottenere una salsa più cremosa.

3.Versa la salsa ottenuta sui petti di pollo, poi ponila in forno già caldo e cuoci il tutto per circa 35-40 minuti a 180 gradi.

4.Trascorso il tempo di cottura, controlla che i petti di pollo siano ben dorati e croccanti, poi tirali fuori dal forno e portali in tavola.

Il consiglio in più: se preferisci un contorno più sostanzioso, puoi anche servire il pollo con un’insalata di cornetti o un’insalata di patate.

Di Francesca Orelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.