Gelato

Fresco e cremoso è perfetto per rinfrescare le calde giornate estive o come accompagnamento ad una bella fetta di torta alle mele. Ma latte, zucchero e residui di glutine impediscono agli intolleranti e ai vegani di affondare il cucchiaio in una bella coppa di gelato tradizionale.

Se siete tra coloro che non possono godere di uno dei dolci più diffusi, è arrivato per voi il momento di gioire. La start-up calabrese Gelbi, nata un anno fa, ha in serbo per gli amanti del gelato alla frutta e alle creme, una ricetta innovativa e del tutto vegetale. L’ingrediente principe? L’acqua, e un basso contenuto di zuccheri.

L’idea healthy è venuta a Bruno De Cindio. Il professore di Termodinamica dell’Università della Calabria, ormai in pensione, mettendo a frutto la decennale esperienza nel campo della ricerca e del gelato, ha deciso di fondare con Paola e Mario Petramale la nuova start-up Gelbi.

Il gelato senza latte è composto da un’emulsione di acqua e olio extravergine d’oliva. In sostituzione si possono usare altri oli di origine vegetale come quello di ricino e di canapa. Una volta realizzata la base del gelato senza latte, non resta che pensare ai gusti. Cosa c’è di meglio dei prodotti Igp e Dop provenienti dalla Calabria. La nocciola tonda della regione, la liquirizia, il limone di Rocca Imperiale. Senza dimenticare i fichi della Valle del Crati, le clementine i fichi d’India, la mandorla di Amendolara, il pistacchio della Sila Greca e i frutti di bosco della Sila.

Dopo il gelato senza latte Gelbi sta pensando ad una cialda sempre a base d’acqua con un mix di farina di castagne di Calabria e riso.

Cosa ne pensate di questo gelato? Curiosi di assaggiarlo? Non vi resta che pazientare ancora poche settimane e da gennaio potrete assaporare e trovare il vostro gusto preferito.

di Francesca Baranello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.