Il pane dolce al cioccolato è una ricetta facile da realizzare e molto golosa, perfetta per queste giornate fredde e uggiose.

In inverno aumenta la voglia di cioccolato, è fisiologico! Le giornate si accorciano, fa buio presto, ci si sente più stanchi e pigri.

Come spesso accade, per fortuna,viene in nostro soccorso il cibo. Il cioccolato, in particolare, contiene alcuni nutrienti in grado di darci una sferzata di energia e buonumore. Questo incredibile alimento, infatti, contiene:

  • triptofano: un aminoacido che stimola la produzione di serotonina.
  • anandamide: detta anche molecola della beatitudine, è una sostanza che favorisce una sensazione di benessere ed euforia.
  • metilxantine: sostanze stimolanti ed eccitanti capaci di aumentare la concentrazione.

Pane dolce al cioccolato: ricetta

Ingredienti

300 gr di farina 00

250 gr di farina manitoba

200 ml di latte tiepido

150 gr di zucchero semolato

50 gr di burro

3 cucchiai pieni di cacao amaro

1 uovo intero

1 cubetto di lievito di birra fresco

1 cucchiaino di sale fino

Preparazione (con la macchina del pane)

Sciogliete il lievito di birra nel latte e poi versate il tutto nel cestello della macchina del pane, insieme a un cucchiaino di zucchero.

Unite l’uovo lievemente sbattuto, il resto dello zucchero, il burro morbido a pezzetti, le due farine setacciate con il cacao amaro e il sale. (Se non avete la macchina del pane e volete impastare a mano, seguito il metodo classico).

Scegliete il programma della macchina impasto più lievitazione.

Una volta finito prendete il vostro impasto dal cestello, allungatelo sulla spianatoia e piegatelo in tre parti partendo dalla base più corta.

Prendete quindi uno stampo da plumcake, foderatelo con la carta forno bgnata e strizzata e ponetevi l’impasto.

Mettetelo in forno preriscaldato a 40°C e poi spento per un’ora, in modo tale da facilitare la seconda lievitazione.

Quando il vostro pane sarà lievito, riscaldate il forno a 160°C modalità ventilato e cuocete il pane per 30 minuti circa.

Fatelo quindi raffreddare e portate a tavola. Davvero squisito al mattino inzuppato nel latte o nel tè oppure gustato da solo a merenda.

di Virna Cipriani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.