La cucina calabrese vince la puntata del 26 ottobre di Cuochi d’Italia, la trasmissione di Alessandro Borghese dedicata alle gastronomie regionali .

A tenere alta la bandiera calabrese è stata la chef Anna Malizia, titolare del ristorante Aquila Reale di Mendicino.

La cuoca si è confrontata con la ligure Cinzia Chiappori in una sfida tra i fornelli che ha tenuto gli spettatori incollati allo schermo fino alla fine.

Un testa a testa molto combattuto a colpi di pentole e ricette regionali. Alla fine a spuntarla è stata proprio la cuoca calabrese, grazie al maggior punteggio realizzato nella preparazione dello stoccafisso brandacujun.

La gara culinaria era finita con un pareggio, ben 25 punti a ciascuna. A far pendere l’ago della bilancia verso Anna Malizia è stato il pesce azzurro, declinato in due diverse ricette: lo stoccafisso alla ligure e il baccalà alla calabrese.

Mentre Cinzia Chiappori si è dovuta cimentare con baccalà e peperoni fritti, la cuoca calabrese ha preparato la versione ligure del merluzzo, convincendo tutti i giudici. La chef è quindi passata al turno successivo che la vedrà presto protagonista in una nuova sfida culinaria.

È un periodo propizio per la cucina calabrese che riscuote sempre più riconoscimenti non solo in Italia ma anche all’estero.

Anna Malizia appartiene alla schiera degli chef calabresi che portano alto il nome della regione e della sua tradizione enogastronomica. Una tradizione millenaria contraddistinta da sapori decisi e prodotti di qualità.

di Virna Cipriani

Foto tratta da Tv8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.