Olive ammaccate alla calabrese, una ricetta che arriva dall’Antica Grecia e che è stata tramandata da madre in figlia fino a giungere ai giorni nostri, deliziando i palati più esigenti. Considerate un vero e proprio classico della cucina calabrese, ogni famiglia utilizza la propria ricetta, ma alla fine dei conti sono tutte molte simili. Con il metodo antico per conservare le olive nei boccacci per l’inverno, scopriamo come preparare le Alive ammaccate cu ra petra” e alcuni consigli utili per esaltarne il sapore.

La preparazione

Facili da preparare, le olive ammaccate alla calabrese non richiedono delle quantità specifiche da rispettare. Le dosi, infatti, dipendono dalla qualità e dalla consistenza delle olive. Per verificarne il sapore, basterà semplicemente assaggiare e regolarsi secondo il proprio gusto. Ma entriamo nei dettagli e scopriamo quali sono gli ingredienti da utilizzare per realizzare le olive ammaccate. In particolare serviranno: olive verdi, semi di finocchietto freschi, sale, aglio e peperoncino.

Prima di partire con la preparazione di questa ricetta tipica calabrese bisogna assicurarsi di avere a disposizione delle olive ancora verdi, ma allo stesso tempo abbastanza mature da poter essere utilizzate per produrre dell’olio. Una volta accertato questo aspetto fondamentale, bisogna schiacciare le olive con un sasso che deve risultare abbastanza grande e pesante, in modo tale da ottenere delle olive ammaccate senza nocciolo. Quando saranno tutte denocciolate, bisognerà immergere le olive in un recipiente capiente pieno d’acqua. In questo modo si potrà togliere l’amaro delle olive. Ricordatevi di sostituire l’acqua ogni 4 giorni per ben 3 settimane. Se trascorso questo periodo le olive non risultano ancora dolci, allora dovete effettuare un ultimo cambio di acqua.

A questo punto lavare le olive sotto l’acqua corrente e spremerle in modo tale che perdano l’acqua in eccesso. A tal proposito vi consigliamo di utilizzare un piccolo torchio, oppure usare semplicemente le vostre mani. Per finire condire le olive ammaccate con peperoncino, finocchietto, sale, e amalgamare bene tutti gli ingredienti. Per finire, aggiungere un filo d’olio e riporre le olive in dei vasetti in vetro. Ricordatevi di ricoprire tutte le olive con olio di oliva e conservate i vostri vasetti al buio. Dopo 45 giorni dalla loro preparazione potrete finalmente gustare delle deliziose olive ammaccate alla calabrese.

Alcuni consigli utili

Per schiacciare le olive potete utilizzare una pietra, generalmente di mare, oppure un batticarne o qualsiasi altro oggetto utile ad ottenere delle olive ammaccate.

Perfette come aperitivo oppure antipasto, le olive ammaccate alla calabrese hanno un sapore davvero unico nel suo genere. Ideali da essere utilizzate per dare un tocco in più a salse e sughi di vario tipo, è possibile ottenere una vera e propria esplosione di sapori accostando le olive ammaccate a del formaggio pecorino fresco calabrese. Una vera e propria bontà, inoltre, da utilizzare per farcire panini o l’insalata di pomodori.

Per i più curiosi, può essere interessante sapere che la ricetta delle olive ammaccate ha origine nel passato, quando contadini e pastori facevano la colazione a base di pan’i casa, furmaggiu e alivi ammaccati. Un bel modo, quindi, di  iniziare la giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.