Simile al pompelmo, ma un po’ più piccolo e dal colore intenso, il bergamotto (Citrus Bergamia)è particolarmente prezioso per la Calabria per le sue proprietà e il suo valore commerciale. Proprio in questa regione, infatti, si ottiene il 90% della produzione mondiale di questo agrume dalla buccia di colore giallo che molto probabilmente deriva dal limone o dall’arancio amaro. Ma come si può utilizzare in cucina, in modo tale da sfruttarne tutte le proprietà nutritive e anche aromatiche? Ve lo sveliamo noi!

L’utilizzo del bergamotto in cucina

Dal sapore inconfondibile, penetrante e intenso, il bergamotto è particolarmente apprezzato dagli chef per dare un tocco in più ai loro piatti a partire dai primi fino ad arrivare al dessert. Del bergamotto non si butta via nulla: buccia, succo e polpa possono essere tutti utilizzati per impreziosire vari tipi di ricette.

Particolarmente adatto per essere abbinato al pesce, il bergamotto si sposa bene anche con carni saporite e dolci tradizionali. Usato generalmente come olio essenziale grazie al quale purificare l’ambiente e alleviare i disturbi respiratori, il bergamotto può essere utilizzato per preparare ottimi cocktail o dare un gusto unico ai propri piatti. Vediamo quindi assieme qualche gustosa ricetta a base dell’oro verde di Calabria.

Il liquore al bergamotto

Per realizzare questa profumatissima bevanda vi serviranno solamente 4 bergamotti, 300 grammi di zucchero, mezzo litro di alcool e mezzo litro di acqua. Dopo aver sbucciato i bergamotti, bisogna far macerare le bucce nell’alcool sistemando il tutto in un recipiente di vetro a chiusura ermetica e lasciandolo riposare per 10 giorni al buio. Trascorso questo tempo si devono togliere le bucce e mettere l’alcool da parte. Preparare uno sciroppo con acqua tiepida e zucchero, far raffreddare e mescolare con l’alcool. Filtrare il composto ottenuto e lasciare riposare per circa 20 giorni. Alla fine si otterrà un liquore aromatico e dissetante.

Particolarmente apprezzato come digestivo, il liquore al bergamotto può essere anche utilizzato durante la fase di preparazione dell’impasto dei dolci per conferire un sapore unico e inconfondibile.

Olio aromatizzato al bergamotto

Ideale per condire la pasta, ma anche il pesce o aromatizzare il riso in bianco e l’insalata, l’olio al bergamotto è facile da preparare. Una volta sbucciato il bergamotto, infatti, bisogna mettere la buccia, senza la parte bianca, a macerare con un quarto di litro di olio extra vergine di oliva e lasciare riposare al buio per un mese in un barattolo di vetro ermetico. Una volta trascorso questo tempo è sufficiente filtrare il composto e si avrà a disposizione un olio a base di bergamotto in grado di soddisfare le richieste dei palati più esigenti.

Dolci al bergamotto

Utilizzato al posto del limone, grazie al bergamotto è possibile realizzare dei dolci davvero deliziosi. Basta solamente grattugiare la buccia nelle torte, nei biscotti oppure in una fresca crema a base di latte intero, panna fresca, miele e amido di mais. In questo caso è sufficiente far bollire lievemente il latte, insaporire con la buccia, aggiungere l’amido di mais e il miele e per finire mettere in frigo per un paio d’ore.

Ricco di numerose proprietà nutritive e dietetiche, il bergamotto può essere utilizzato nella realizzazione di varie ricette. Quindi date libero sfogo alla vostra fantasia e stupite i vostri ospiti con dei piatti dal sapore unico, in grado di deliziare sia grandi che piccini.

di Veronica Caliandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.